Londra, I love shopping!

Se pensiamo a Londra la prima cosa che ci viene in mente è  il Big Ben o il London Bridge o Buckingham Palace. Ma Londra ha mille sfaccettature, e accoglie a braccia aperte qualsiasi tipo di viaggiatore.
Possiamo pensare ad un viaggiatore a cui piacciono i monumenti, ad un viaggiatore a cui piacciono i concerti, perché non pensare  ad un  viaggiatore a cui piace fare shopping? Non a caso il bestseller di Sophie Kinsella è proprio ambientato a Londra.
La prima tappa per una  “shopaolic” è il leggendario Harrods: il grande magazzino fondato un secolo e mezzo fa ricopre ogni singolo oggetto che una persona desidera; dall’abbigliamento di lusso,agli articoli per casa e per i bambini. Il magazzino sembra quasi un parco dei divertimenti, c’è il piano natalizio che apre non appena scocca la fine dell’estate, Babbo Natale incluso. Sfingi e monumenti faraonici nel reparto profumeria e una cosa bizzarra c’è una reparto di trucco esclusivamente per uomini. Il reparto food sembra come essere catapultati  nel dipinto di Mary Poppins,  e il reparto dei dolci è esattamente come il film di Willy Wonka.
Uscendo dal magazzino possiamo passeggiare tra le strade di Oxford Street e Bond Street, dove si possono ammirare le firme dei stilisti più rinnomati. A 400, Oxford Street  troviamo Selfridges molto simile a Harrods. Dall’inizio del secolo qui si trova tutto ciò che fa parte della moda esclusiva da profumi a oggetti per l’arredamento della casa.
Proseguendo possiamo incontrare Regent Street dove si trovano le gioiellerie negozi di vetro e di giocattoli.

Non lontano da Regent Street c’è il quartiere di Soho, un tempo quartiere di scrittori e intellettuali, ora ospita il quartiere gay ed è uno dei quartieri più interessanti di Londra. Qui “gay” non è significa solo omosessuale,ma gaio, felice, colorato. culturalmente è un mix di colori italiani, francesi e greci dai negozi vintage di dischi ai sexy shop dai negozi d’abbigliamento alle boutique di intimo.
Per chi ama invece i mercati all’aperto quello più conosciuto è di Portobello Road, nel quarter di Notting Hill. È il mercato per eccellenza , si snoda per tutta la strada ed è aperto il sabato dalle 8  alle 15. È ricco di oggetti d’arte e d’antiquariato. Negli anni ’80 era un must per chi visitava la città. Oggi il mercato è pieno di turisti e la maggioranza dei banchi sono diventati cari.
Sulla Piazza di Covent Garden si trova il lunedì il mercato dell’antiquariato,mentre gli altri giorni possiamo trovare souvenir, abbigliamento e artigianato. Il mercato è posizionato nell’ex mercato ortofrutticolo  ed è stato restaurato negli anni ’70 nelle arcate verdi si esibiscono artisti di strada saltimbanchi e musicisti.L’artigianato è ricco di bancarelle di candele,  sapone e gioielli dei materiali più bizzarri.

Camden Market è il mercato delle occasioni,passeggiando tra il Camden e il canale Gran Union possiamo ammirare il Tamigi e le barche,mentre nell’altro late le bancarelle piene di oggetti d’arte, abbigliamento miliare, dischi anni ’60, mobili e prodotti multi-etnici e abiti nuovi o di seconda mano. Attenzione tra i vari vestiti potrebbe trovarsi un abito firmato, un Dolce e Gabbana,  un Valentino in stile vintage, chissà? I prezzi sono bassi e tra le cianfusaglie si possono trovare veri e proprio tesori per i nostri “compratori compulsivi”.