Record a Rimini, il cono più alto del mondo

Il cono più alto del mondo sfiora i tre metri di altezza (2,81 per la precisione) e pesa quasi otto quintali. Dopo trenta ore di lavorazione, gli sforzi hanno premiato i pasticcieri che si sono cimentati in questa dolce impresa al Sigep di Rimini, il Salone Internazionale della Gelateria, Pasticceria e Panificazione Artigianali che si terrà fino a mercoledì prossimo. Lo ha decretato il giudice Lucia Sinigagliesi, responsabile italiana del Guinness dei primati per l’Europa, giunta appositamente da Londra.

La costruzione del cono ha richiesto ben duemila cialde e settecento chilogrammi di cioccolato bianco per l’interno, mentre per il gusto con cui è stato riempito sono stati impiegati come ingredienti latte fresco, zucchero, panna, mascarpone, rinforzo aromatico alla torta e guarnizione all’amarena per un peso di altri settanta chili. Ciliegina sulla torta l’amarena Fabbri 1905 di Bologna, azienda che ha fornito anche gli altri ingredienti.

L’auotore del record è  il cioccolatiere Mirco Della Vecchia, che nel 2009 fa entrò due volte nel Guinness World Record con la scultura di cioccolato più grande del mondo (4.870 chili di cacao che raffiguravano le Dolomiti) e con la moka da mille caffè.

Ne ha poi conquistati altri tre, diventando il cioccolatiere detentore del maggior numero di Guinness al Mondo. Della Vecchia ha guidato una squadra formata da altri sette artigiani fra gelatieri della Cna Alimentare e cioccolatieri del Fine Chocolate Organization. Il gelato resterà in esposizione per tutta la durata della manifestazione in un’enorme cella frigo a meno venti gradi.

Fabio Chiarini