A Genova nasce un museo dedicato ai rifiuti

Nasce a Genova un museo dedicato ai rifiuti, il “Museo della rumenta” (che appunto significa “rifiuti” in dialetto genovese). Sarà inaugurato nel novembre del 2011 presso i Magazzini dell’Abbondanza nell’area del Porto Antico, in occasione del Festival della Scienza.
Ad annunciare l’apertura della struttura è stata Pinuccia Montanari, assessore comunale all’Educazione Ambientale che da tempo ormai punta molto su questo tema: il museo infatti offrirà ai turisti e ai visitatori nozioni essenziali sul ciclo dei rifiuti, sul come devono essere utilizzati, sulla raccolta differenziata e, in particolare, sull’arte fatta con i rifiuti: “”Questa idea – spiega Montanari – nasce in primo luogo dal Piano per la riduzione dei rifiuti della giunta comunale approvato questa estate.
La produzione annuale di rifiuti a Genova é tanta, 550 kg per abitante. Abbiamo colto una proposta di Renzo Piano, che tra l’altro ci ha anche dato una mano con Urban Lab a mettere in campo il progetto, di fare a Genova un museo della spazzatura, un museo, pero’, interattivo”.
Il museo sarà suddiviso in quattro sezioni: un laboratorio dove sperimentare i progetti in modo interattivo; una sezione artistica che mostrerà ai visitatori rifiuti trasformati in oggetti d’arte; una sezione dedicata al ciclo della raccolta differenziata e la quarta divisione che avrà come tema la “green economy”, in modo da evidenziare le potenzialità dei rifiuti una volta dopo il loro regolare utilizzo.