Annunciate le nomination per gli Oscar 2011

Manca poco agli Oscar 2011. A Los Angeles, sono state annunciate le nomination per la 83esima edizione degli Academy Awards, che verranno consegnati il 27 febbraio. E, a sorpresa, c’è stato il boom di candidature per “Il discorso del re”, film di Tom Hooper con uno straordinario Colin Firth: questa pellicola concorrerà in ben 12 categorie. Dieci nomination per il remake western “Il grinta”, mentre l’ormai cult di fantascienza “Inception” di Cristopher Nolane e “The Social Network” hanno ricevuto 8 nomination a testa.

Ecco le dieci pellicole che si sfideranno per la statuetta più importante, quella per il film dell’anno:
“Il cigno nero”,”The fighter”, “Inception”, “I ragazzi stanno bene”, “Il discorso del re”, “127 ore”, “The social network”, “Toy story 3”, “Il grinta” e “Winter’s bone”. “Toy story 3” trova ovviamente posto anche nella categoria dei migliori film di animazione: insieme alla pellicola di Lee Unkrich ci sono “Dragon trainer” di Chris Sanders e Dean DeBlois e “L’illusionista” di Sylvain Chomet. L’Academy per il miglior film straniero se lo contenderanno il messicano “Biutiful”, il canadese “La donna che canta”, il danese “In un mondo migliore”, l’algerino “Outside the law” e il greco “Dogtooth”.

Poche sorprese nella fondamentale categoria dei registi. La cinquina è composta da Darren Aronofsky per “Il cigno nero”, David O. Russell per “The fighter”, Tom Hooper per “Il discorso del re”, David Fincher per “The social network” e i fratelli Joel e Ethan Coen per “Il grinta”. Proprio questi ultimi sono gli unici, tra i cinque, ad aver già vinto un Oscar: era il 2008, e trionfavano con “Non è un paese per vecchi”.

Le cinque attrici candidate per l’Oscar  sono:
Natalie Portman per “Il cigno nero”
Nicole Kidman per “Rabbit Hole”
Annette Benning per “I ragazzi stanno bene”
Jennifer Lawrence per “Winter’s bone”
Michelle Williams per “Blue Valentine”.

Tra gli attori, invece, le candidature sono andate a
Colin Firth,
Javier Bardem (“Biutiful”)
Jeff Bridges (“Il grinta”)
Jesse Eisenberg (“The social network”)
James Franco (“127 hours”)

 Per il premio come miglior attore non protagonista sono in lizza Christian Bale per “The Fighter”), John Hawkes per “Winter’s Bone”, Jeremy Renner per “The Town”, Mark Ruffalo per “I ragazzi stanno bene” e Geoffrey Rush per “Il discorso del re”. Le cinque migliori attrici non protagoniste sono Amy Adams (“The Fighter”), Helena Bonham Carter (“Il discorso del re”), Melissa Leo (“The Fighter”), Hailee Steinfeld (“Il Grinta”) e Jacki Weaver (“Animal Kingdom”).

C’è un solo nome italiano nelle liste delle nomination. Con l’esclusione di “La prima cosa bella” di Paolo Virzì, la pellicola che avrebbe rappresentato i nostri colori per la categoria del miglior film straniero, l’unica speranza è rappresentata da Antonella Cannarozzi, che ha realizzato i costumi di “Io sono l’amore” di Luca Guadagnino.

Ad annunciare i nomi dei candidati alla statuetta più ambita del mondo del cinema sono stati il presidente dell’Academy Tom Sherak e Mo’nique, trionfatrice un anno fa per la pellicola “Precious”. Presentatori di quest’anno saranno gli attori Anne Hathaway e James Franco, nominato alla statuetta come miglior attore, presenteranno lo sfavillante show televisivo.

Secondo i pronostici, visto anche l’esito della cerimonia dei Golden Globes, erano “The social network” e “Il discorso del re” i film favoriti della vigilia. A questo punto diventano altamente probabili le vittorie, come migliori attori, di Colin Firth per “Il discorso del re” e Natalie Portman per “Black Swan”.

Fabio Chiarini