Giappone,Eruzione Shinmoedake ,evacuati mille abitanti a Takaharu

Sono stati cancellati i voli interni da e per Miyazaki, 950 km a sudovest di Tokyo,a causa dell’eruzione del vulcano Shinmoedake, nel sud del Giappone. Scuole e servizi ferroviari sono stati chiusi.
Il vulcano si è riattivato la settimana scorsa e martedì ha avuto la più grande esplosione degli ultimi 52 anni. Circa un migliaio di residenti di Takaharu sono stati costretti ad abbandonare le loro case.

Secondo gli esperti, la cupola di lava all’interno dei 1.421 metri di cratere è sempre più grande, ma non sono certi che possa crescere abbastanza da uscire e rovesciarsi sui lati della montagna. Gas surriscaldato, cenere e roccia sono invece arrivati fino a otto chilometri di distanza e l’area nel raggio di quattro chilometri è stata chiusa.

All’interno del perimetro ci sono due lodge e diverse case sparse e i funzionari della città di Takaharu hanno obbligato i circa 1.100 residenti a lasciare le abitazioni e raggiungere i centri di accoglienza. Il governo locale ha anche riferito danni alle colture.

Le isole giapponesi, di origine vulcanica, sono parte della zona sismicamente attiva del Pacifico chiamata “anello di fuoco”. Nel 1991, 43 persone morirono durante l’eruzione del Monte Unzen, anch’esso sull’isola di Kyushu.

Fabio Chiarini