Capodanno Cinese, 2011 l’anno del coniglio festeggiamenti in tutto il mondo

E’ iniziato nella notte il Capodanno cinese e inizia un nuovo anno, quello del Coniglio, che caratterizza il 4.709esimo anno cinese.

I festeggiamenti del Capodanno cinese dureranno per due settimane e se la Cina e le regioni vicine saranno grandi protagoniste dell’evento, altrettanto accadrà in Italia dove ormai la comunità cinese è folta e può permettersi di festeggiare le proprie ricorrenze senza alcun timore.
Vista l’affluenza e l’integrazione della cultura cinese in Italia e nel mondo balli, sfilate e spettacoli pirotecnici accenderanno le piazze più famose: da Roma a Napoli, da Milano a Torino fino ad arrivare a New York e a Londra. E nella capitale, l’appuntamento è fissato per domenica prossima, il 6 febbraio: alle 13 andrà in scena la danza del Drago con una parata colorata nei costumi tradizionali per poi concludersi con un’esposione di fuochi d’artificio.

La tradizione legata al Capodanno cinese risale all’epoca del Buddha quando lo stesso chiamò a raccolta tutti affinchè gli rendessero omaggio ma solo alcuni animali risposero all’appello, guadagnandosi l’onore di diventare rappresentanti di un anno.

Il coniglio è così uno dei dodici animali che formano lo Zodiaco cinese e secondo gli astrologi cinesi i nati negli anni del Coniglio (1915, 1927, 1939, 1951, 1963, 1975, 1999) presentano caratteristiche di gentilezza, affidabilità e lealtà anche se mostrano una propensione a drammatizzare le situazioni anche se non necessario.

Su Internet per festeggiare l’arrivo dell’anno del coniglio è stato lanciato il saluto del coniglio che consiste nel congiungere le mani intrecciando le dita e alzando i pollici imitando così le orecchie dell’animale.

Il Capodanno Cinese è anche chiamato la Festa di Primavera perchè definisce il momento in cui le giornate iniziano ad allungarsi e la primavera si avvicina ed è considerato come una festa da vivere in famiglia tanto che le case vengono completamente pulite e purificate, le scuole e gli uffici pubblici sono chiusi e le famiglie si riuniscono per festeggiare la ricorrenza.

Per quel che riguarda i festeggiamenti, le abitazioni vengono addobbate con decorazioni di carta, raffiguranti gli ideogrammi appesi al contrario e si preparano i piatti tipici della festa, dodici portate che simboleggiano i dodici animali dello zodiaco cinese tra i quali i famosi ravioli all’interno dei quali vengono aggiunti monete di rame, castagne, arachidi o datteri che portano fortuna a chi li trova.

Il colore dominante di tutti gli addobbi è il rosso, simbolo di vitalità, gioia e fortuna e per le strade campeggiano i famosi dragoni dietro ai quali la folla balla per auspicare un buon anno nuovo; la conclusione del Capodanno è affidata, il quindicesimo giorno, alla Festa delle Lanterne durante la quale per le strade delle città e dei paesi.

Fabio Chiarini