Arcigay in Commissione nazionale lotta all’aids.

Il Ministro della Salute Ferruccio Fazio ha decretato l’avvio della nuova Commissione nazionale lotta all’aids e nominato, tra i componenti, il presidente nazionale di Arcigay Paolo Patanè.
Per la prima volta un’associazione lgbt italiana, da sempre impegnata nel contrasto della diffusione dell’infezione hiv-aids e delle malattie a trasmissione sessuale, parteciperà ai lavori della Commissione.
”E’ un incarico di grande responsabilità che accolgo con soddisfazione”, commenta a caldo Paolo Patanè.
“Ringrazio il Ministro della Salute, Fabio Fazio, per la fiducia che ha voluto accordare ad Arcigay e per il riconoscimento alla costante attenzione di gay, lesbiche e trans nella comune battaglia di prevenzione”.
“In Commissione – continua Patanè – porteremo l’esperienza trentennale di Arcigay e il suo approccio laico alla cultura della prevenzione e sosterremo l’urgenza di lavorare per il benessere e per i diritti delle persone sieropositive.
Porteremo all’attenzione delle Istituzioni l’importanza della diffusione di campagne che invitino esplicitamente all’uso del preservativo e l’urgenza di parificare e migliorare l’accessibilità al test in tutta Italia. Solleciteremo lo sviluppo di strategie di prevenzione concrete rivolte alla popolazione degli msm (uomini che praticano sesso con altri uomini) ad oggi inesistenti, e l’urgenza di garantire l’accessibilità alle cure e combattere lo stigma sociale nei confronti delle persone sieropositive”.
Contestualmente al rinnovo della Commissiona nazionale aids è stata rinominata la Consulta delle associazioni per la lotta all’aids. Arcigay continuerà il suo impegno in quest’ambito con Rebecca Zini, Responsabile salute Arcigay.
“Siamo felici di poter riprendere la collaborazione in cooperazione con le altre associazioni per promuovere, rafforzare e rendere sempre più incisiva la voce della community”, conclude Rebecca Zini.

Fabio Chiarini