San Paolo, sit- in per fermare distruzione palazzo fantasma

“La Giunta Alemanno, dopo l’approvazione del Piano Regolatore per gli Impianti Pubblicitari, ha scoperto che l’area della Basilica di San Paolo fuori le Mura è considerata dall’UNESCO patrimonio dell’umanità e necessita della giusta tutela. Infatti, sarà impossibile installare impianti pubblicitari, peccato però che proprio su quell’area, sopra l’antico cimitero (I sec. a.C. – III sec. d. C.) ed una villa romana di età imperiale, il Vaticano sta costruendo un complesso edilizio di 23.000 metri cubi.”
Lo ha dichiara Andrea Catarci,  Presidente del Municipio Roma XI.
“Mentre la Giunta capitolina e il Sindaco continuano a scegliere la strada del far finta di non vedere o peggio ancora del silenzio complice, insieme a singoli cittadini, al Comitato Cederna-Italia Nostra, alla Comunità Cristiana di San Paolo, alla Rete Sociale del Municipio Roma XI, a Lorenzo Parlati di Legambiente e Mario Staderini, Segretario dei Radicali Italiani, saremo di fronte ai Palazzi-Fantasma per difendere quella parte di territorio definita patrimonio dell’umanità e per sollecitare tutte le istituzioni affinché fermino i lavori.”

Fabio Chiarini