AIC, trofeo di alta cucina glutenfree presso l’Hotel Melià a Roma

Domani, domenica 13 marzo 2011 presso l’Hotel Sol Melià a Roma, a partire dalle ore 16,00 si sfidano piatti, odori, sapori, colori. Si sfida tutto quel che c’è in una cucina saporita e di alto livello. Un solo grande assente: il glutine.
Si, perché il trofeo, che nasce da una iniziativa AIC Lazio (www.aiclazio.it) – in collaborazione con la Federazione Italiana Cuochi e l’Unione Regionale Cuochi Lazio – ha lo scopo di dimostrare che senza glutine in molti casi è anche buono. Ottimo. I piatti per celiaci sono privi del glutine, proteina collante presente in moltissimi cereali tra i quali il grano, il kamut, l’orzo e così via. Il trofeo è giunto alla seconda edizione e l’anno scorso, è stato un successo: i piatti vengono preparati sul posto da cuochi professionisti e non, per poi essere assaggiati e valutati – è il caso di dirlo – “al dente” da una selezionata quanto invidiata giuria.
Oltre ai responsabili dell’Associazione organizzatrice, ospite d’onore è Alessandro Circiello, che anche quest’anno passerà per un giorno da “I fatti vostri” trasmissione che lo vede protagonista su Raidue, alla “prova del senza glutine”, come presidente di giuria. Circiello ha una lunga storia di partecipazioni e conduzioni TV, nonché di premi di prestigio – nel 2010 Solidus (www.solidusweb.it) lo ha eletto migliore chef dell’anno.
Paola Fagioli, presidente AIC Lazio, commenta: “É finito il tempo in cui il celiaco era condannato a mangiare insipidi crackers. Oggi l’alimentazione senza glutine, unica cura per la celiachia, è variata e gustosa e noi ci impegniamo perché questo sia noto a tutti e per orientare i nuovi diagnosticati. Non dimentichiamo che, tra l’altro, 9 su 10 celiaci ancora non sanno neppure di esserlo”.
AIC è una struttura che opera tramite volontari e viene tenuta in vita dalle quote associative. Realizza attività sportive, culturali, informa sulla celiachia, svolge lobbying presso le Istituzioni perché i diritti del celiaco siano sempre maggiormente riconosciuti e seleziona i ristoranti, gli alberghi ed i locali “a prova di glutine” e quindi adatti ai celiaci. Anche una sola contaminazione da glutine, infatti, è dannosa per chi soffre di questa intolleranza permanente.
La partecipazione al trofeo in qualità di pubblico è libera e gratuita. Segue cena su prenotazione, al costo di 25 Euro.
Per Informazioni:
Hotel Sol Melià
via degli Aldobrandeschi, 223
tel. 06 665441

Fabio Chiarini