Google accusa il Governo Cinese, hacker boicottano Gmail

Google ha accusato la Cina di boicottare Gmail a causa di malfunzionamenti del proprio servizio di posta.
Già in passato il gigante delle ricerche online ha accusato il Governo Cinese di limitare la libertà delle aziende straniere che operano in territorio cinese.
Di recente, Google ha rilevato diversi problemi al servizio di posta Gmail, relativi alla versione cinese.
Da un’indagine interna, è risultato che i vari problemi riscontrati (rallentamenti, malfunzionamenti fino alla completa interruzione del servizio ed irraggiungibilità del sito), che hanno afflitto diversi milioni di utenti cinesi, non sono derivati da malfunzionamenti dei server di Google.
Così, ieri, Google ha ufficialmente accusato il Governo Cinese di boicottare Gmail. Ad avvalorare la tesi di Google ci sono anche le opinioni di diversi esperti ed analisti del settore, che credono fortemente che sia in atto un’operazione del Governo Cinese volta a limitare la libertà  online.
Fabio Chiarini