Le statue della tolleranza

01/06/2012

20.10

Sono appena salito sulla SAS la Scandinavian Airlines per la mia prossima destinazione, essendo un volo di linea, e soltanto un ora di volo, le assistenti di volo sono più discrete, ho appena preso un caffè  e sono già sparite dietro la tendina della business class.

Stamattina appena uscito dal museo Mats mi ha portato in un pub dove si mangia norvegese. Abbiamo entrambi scelto un sandwich con insalata di gamberetti con  succo di mela. Dove abbiamo pranzato, Mats mi spiega che è una zona d’élite, un po’ come i Parioli a Roma, ci sono altre due zone altrettanto costose, una è Frogner, non molto lontano da qui, dove non esistono monolocali o palazzi, solo ville e villini. Un’altra zona molto costosa è la parte che si affaccia sul mare, dove spesso i proprietari hanno anche la loro spiaggia privata. Andiamo a prendere il caffè  da United Bakery, come è solito per Mats, e ci gustiamo il caffè  passeggiando lungo un viale alberato. Fa molto Sex and the City!

C’è una zona dove non è  consentito l’ingresso e mi spiega che oggi è ad Oslo Hilary Clinton e sono chiuse tutte  le strade che si avvicinano all’ambasciata americana e  dove alloggerà il Ministro degli affari esteri americano.

Arriviamo di fronte ad un grande cancello dove all’interno c’è un parco grandissimo, le strade tra me e Mats si dividono, mi dice che mi ha fatto piacere conoscermi e spera di rivedermi presto ad Oslo! Io approfitto per entrare e visitare il VIGELANDS  PARK. Proprio all’inizio prima delle vere statue che si intravedono in lontananza, mi accoglie una statua vivente vestita da Napoleane, alza la spada, con la speranza che gli getti una moneta, Illuso!

Dopo un lungo viale alberato raggiungo il ponte con delle statue di colore verde scuro, terminato il ponte un fontana immensa con al centro cavalieri e ai lati statue di soldati seminudi con cavalli. Rimango un po’ per riposarmi e rilassarmi  con il suono degli zampilli della fontana. Mi rincammino fino ad arrivare ad una piazza con scalinate ad ogni angolo e ogni scalino una statua fino ad un obelisco che già si vedeva in lontananza per quanto era in alto, ma non si capita bene  com’era: un’orgia di statue!Mi fa pensare al video di Kylie Minoque “All the Lovers”.

Inoltre le statue mi fanno riflettere, sembrano come se richiamassero la lotta contro il pregiudizio. Ci sono due  uomini che poggiano la fronte uno contro l’altra, ma non sembra per lotta, due donne che si baciano, bambini, un menage à trois,  uomini vecchi che si abbracciano e donne anziane che si toccano, ma anche una famiglia numerosa, dei bambini, delle bambine, e una madre che sorride al proprio figlio.

Danno l’idea che l’amore non è standardizzato, l’amore è ogni singola statua di questa piazza!

Fabio Chiarini

2 Comments Add yours

  1. We Nicolò
    wow che commento😉 Sei quello che mi segue di più e mi fa piacere che ti piace;)

  2. Nicolò Benvenuto scrive:

    stupendo! le statue della tolleranza…mi fanno pensare ad una specie di labirinto..ad una specie di viaggio nella natura umana. e in ogni labirinto, in ogni viaggio c’è il rischio di perdersi ad ogni angolo, ad ogni svolta, ad ogni bivio. ma quando si è arrivati al centro, quando si è ucciso il Minotauro che inevitabilmente dimora al centro di mitici labirinti, si capisce che in realtà le svolte e i bivii e le scelte che il labirinto ci ha imposti non erano atro che scoperte graduali di sè stessi, che quello che sembrava ‘perdersi’ è sempre in realtà un ‘ritrovarsi’ e che la tolleranza è una conquista, sempre. grazie fabio di condividere il tuo bellissimo viaggio con le tue stupende parole!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...