Un risveglio meraviglioso con Våffel panna e Hjortron

03/06/2012

Ore 23.30

Mi sveglio con il profumo di dolci caldi contrastato dal profumo di caffè, un risveglio meraviglioso! Mi alzo stropicciandomi gli occhi e vedo Fredrick in cucina che sta preparando la colazione: Våffel appena fatti, caldi e fragranti con panna montata e marmellata di fragole e ribes giallo chiamato camemoro.

Fredrick mi precisa che il ribes giallo è chiamato Hjortron ed è anche chiamato “Gold from Norrland – L’oro di Norrland” poiché è un frutto che si trova solo nelle foreste settentrionali della Svezia ed è molto costoso: un barattolo di 100 gr può arrivare a costare addirittura 30 euro! I genitori hanno la fortuna di vivere proprio lì e spesso la  madre si fa delle passeggiate per raccogliere del Hjortron e farci delle marmellate. Infatti quello che sto assaporando è la marmellata fatta in casa della madre. Cosa chiedere di meglio?

Mi godo quei fantastici Våffel che sono diversi dai Waffel che di solito vendono anche in Italia. Quelli in Italia sono molto più spessi e provengono dal Belgio. Questi qui invece sono tipici svedesi e sono decisamente più fini, simili a dei pancake, con la differenza che sono più croccanti!

Mi concedo questo peccato di gola, una…due…tre…quattro…ok, meglio smettere di contare altrimenti poi mi sento in colpa! In fondo più che colazione lo chiamerei più un Brunch, visto l’orario. Mi consolo  dicendo a me stesso che sarà il mio unico pasto della giornata, così ne approfitto: Våffel…panna fresca …alternando con marmellata di fragole e marmellata di ribes.

Nel pomeriggio ci riposiamo un po’, Fredrick si deve riprendere un po’ dalla sbornia e io ne approfitto per  navigare su internet ed essere reperibile con il mondo.

Fredrick scorre tra la sua playlist svedese, ha capito che le sua playlist italiana non mi garba più di tanto, visto che sono canzoni che ascoltava mio nonno quando era giovane. Rimango sorpreso da alcune melodie che ho già sentito, da alcuni gruppi famosi che non pensavo provenissero dalla Svezia, poiché alla fine le canzoni sono in inglese. In particolare alcune canzoni le conosco perché sono state tradotte in italiano per la sigla del Muccassassina, una discoteca di Roma dove ci vado tutti i venerdì con i miei amici .

Una canzone che sappiamo entrambi è “Hero” di Charlotte Perrelli. La canzone è in inglese, ma Fredrick me la canta nella versione svedese….e io la canto nella versione italiana del Muccassassina. Sembriamo Tina Turner e Eros Ramazzotti!

Fuori piove a dirotto e fa freddino, un po’ mi rattrista, ma almeno riprendo le energie perse dal viaggio.

 Fabio Chiarini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...