Zia Inger parte II

La casa di Inger è più piccolina, ma ha un pontile stupendo stile Dawson Creek che mi attira la mia attenzione. L’aria è molto accogliente: mattonelle di un rosso acceso con linee nere che enfatizzano ancora di più il colore, un caminetto e un orologio di fronte alla porta che vedo in tutti i paesi scandinavi, è una cosa che adoro!

Lo chalet non è fatto di legno, come già detto è mattonato e c’è un parquet scuro. Inger mi versa del vino novello toscano. Parliamo dello chalet e delle case limitrofe e dei prezzi irrisori. Pensare che una casa come quella del padre si può trovare sui alla metà di quanto ha speso Fredrick per il suo appartamento. Il motivo è che non c’è nulla se non la natura e molte case sono abbandonate. La gente preferisce trasferirsi in centri urbanizzati.

Mi racconta che anche lei la usa come casa per le vacanze e il periodo di Pasqua il clima era stupendo, c’era la neve, ma c’era il sole e  sono state tutto il giorno abbracciate a prendere il sole, CHE BELLE! Sono troppo carine insieme! E i suoi racconti mi fanno venire voglia di rimanerci , se poi Inger e Kikki, è così che la chiama Inger e Fredrick, sono le mie vicine, e se c’è Elna che mi prepara le kanelbulle, HO SVOLTATO! E chi torna in Italia!

Gli dico di darmi 3-4 anni e sarò il loro vicino. Se dovessi viverci credo che morirei, ormai sono abituato alle città cosmopolite: Roma, Parigi, New York, ma non disdegno un po’ di relax, potrò utilizzarla come casa per le vacanze natalizie, già mi vedo sfrecciare sulla neve con la mia snow mobile e preparare il Natale con la mia famiglia lì o con il mio compagno di fronte al caminetto d’inverno o ammirando il sole di mezzanotte di fronte al pontile!

Comincio a fare i miei film, forse anche un po’ colpa del vino, la bottiglia è vuota, ma chissà come sarebbe bello passare una settimana qui con degli amici, o una settimana romantica guardando un film di fronte al caminetto, o preparare il cenone di Natale con la mia famiglia! Sarebbe stupendo e qui si sentirebbe davvero l’atmosfera natalizia!

E’ mezzanotte e fuori sembra essere pomeriggio. Felici …e un po’ brilli usciamo fuori dallo chalet e ci facciamo delle foto per immortalare quest’indimenticabile giornata.

Ci abbracciamo forte e ci diamo appuntamento per colazione. Sono stupito dalle persone meravigliose che sto incontrando. Purtroppo pioviggina e le nuvole coprono un po’ il sole, ma torniamo a casa con il sole dietro di noi.

IL SOLE DI MEZZANOTTE-  un altro ricordo indelebile che si aggiunge alla mia avventura!

Fabio Chiarini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...