Lapponia, I love shopping in Dollar Store

06/07/2012
0.00

Mezzanotte! Nonostante piove a dirotto c’è ancora la luce. Fredrick è andato a letto domani abbiamo la sveglia alle 5 del mattino e per tornare a Stoccolma. Partiamo presto per poter andare a Uppsala, prima di tornare nella capitale, CI aspettano 12 ore di viaggio. Oggi abbiamo passato la punta del Nord della Svezia, la LAPPONIA!
Abbiamo fatto shopping in un centro chiamato “ DOLLAR STORE”, dove vendono di tutto a prezzi bassissimi, il paradiso di Fredrick e anche il mio. Se avessi avuto spazio nella borsa avrei comprato il mondo. Fredrick ha comprato prodotti per la casa, cose insignificanti come un cappella da cow boy e della carta igienica con le tavolette di cioccolata e l’altra con la scritta “CAUTION” spendendo più di 70 euro. Io invece ho comprato della crema per il corpo a 2euro, delle bandierine svedesi, il cofanetto delle Charly’s Angels, due tazze fichissime dove sono scritte le tappe di questo viaggio: Roma, Oslo, New York, Londra , Parigi e altre dove sono già in programma. Ne ho comprato due: una per me, e l’altra per il folle che mi vorrà seguire nei prossimi viaggi! Inoltre ho comprato un vassoio per il caffè in svedese. Totale= 200 corone = 20 euro. Non è poi così tanto, so che avrei dovuto risparmiare, ma un po’ di sano Shopping…MAKES HAPPY!
Appena oltrepassiamo il negozio incrociamo la scritta LAPLAND – LAPPONIA!
La scritto è scritta sia in svedese che in lappone e tuttavia la gente è ben diversa dagli svedesi, infatti discendono dagli “aborigeni” eschimesi samui, con occhi leggermente a mandorla e con capelli neri come la pece,
Raggiungiamo Lars, un amico di Fredrick in un ristorante piccolo e confortevole. Stranamente il ristorante è pieno, poiché è festa nazionale e tutti gli svedesi si sono diretti in posti di campagna come la Lapponia per riposarsi o per fare una gita. Guardo il panorama e nonostante sia Giugno c’è ancora un po’ di neve sulle piste di sci. La temperatura è sui 5-6 *C. Ho preso in prestito una felpa pesante da Fredrick e sono al calduccio. Il locale si chiama “ Hans på Hörnet” che significa “ L’angolo di Hans”. Appena entriamo Fredrick legge eccitato il piatto PALT. Mi rivela che il PALT è un piatto tipico della Lapponia e non si trova a Stoccolma e devo provarlo e la faceva tanto tempo fa sua nonna quando era piccolo. …JACQUES PRÉVERT!
Il palt è una polpetta di patate con dentro un cuore di carne di porco e sangue di renna. Ce ne sono due gusti: quello nero e quello bianco senza sangue di renna.
Ci sediamo insieme a Lars alla moglie e alla famiglia della moglie con il figlio.
La moglie mi chiede se mi piace, e quando mi rivela l’”ingrediente segreto” io non batto ciglio, anzi scrollo le spalle,! A dire il vero a me piace più quello con il sangue di renna che quello in bianco. Lei rimane scioccata poiché conosce molti italiani che sono fedeli ai loro piatti e mangiano solo italiano ed è raro che si avventurano ad altre cucine e se lo fanno non si spingono fino al PALT. Io se devo essere sincero sono orgoglioso della nostra cucina e credo che sia la migliore al mondo, ma sono aperto anche ad altre cucine, soprattutto se si tratta di cucina locale.
Con orgoglio mangio il Palt come un vero svedese, con smör, un tipo di burro tipico lappone e LINGONSJLT, una marmellata di ribes. Devo riconoscere che il contrasto dolce e salato esalta la carne e rinfresca il palato. Davvero buono! E come un vero lappone bevo del latte caldo di renna.
Fredrick mi guarda orgoglioso come se fossi suo figlio! Caffè e torniamo a Jörn.

Fabio Chiarini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...