Film party

Lungo la strada ci sono delle case antichissime fatte in legno, Fredrick mi racconta che un tempo le case erano totalmente di legno e visto che la gente era povera e non poteva permettersi le finestre, le intagliava.

Saliamo sulla collinetta e ora quelle vecchie case, un tempo una povera dimora è diventata un punto turistico e il “povero” è diventato un’attrazione. Prima di entrare nelle case, c’è un cartello con scritto: “Si prega di non fumare” con un troll che tiene in mano un posacenere. Guardo Fedrick e lui si sente colpevole, ripensando ancora alla serata in discoteca.

Arriviamo a casa alle 17.00, giusto in tempo per la cena. La madre ci accoglie sempre con i guanti da forno con in mano una casseruola rovente.

Mi assento un attimo per andare in bagno e quando ritorno, mi scuso con la famiglia che è già a tavola e mi sta aspettando.

Fredrick mi fa il verso della renna per prendermi in giro e tutti scoppiano a ridere. Ennesima figura di “merda”!

Mi siedo rosso come un peperone  e mi chiedono se dopo il Palt sono sazio o se  ce la faccio a mangiare. Io sono un pozzo senza fondo e inizio a mangiare. Durante la cena scopro nuove parole svedesi: “Hungrid” che significa  affamato. Non mi risulta difficile, è simile all’inglese “Hungry”.

Mätt che significa sazio,  Proppmätt, super sazio ( inutile per me, non credo che l’utilizzerò) e infine PALTKOMA  che letteralmente è lo stato comatoso dopo aver mangiato il palt, io l’ho tradotto in dialetto romano “ CECAGNA”! Quando traduco in romano mi manca Federica, una mia carissima amica, solo lei può capirmi. Quando frequentavamo il corso di francese insieme ci divertivamo a tradurre in romano invece che in italiano.

Per cena mangiamo Regnbåge lax ( salmone arcobaleno), un tipo di salmone che vive solo in questa zona condito con il formaggio fuso di Västerbotte , e il gelato al Dajm, un gelato alla vaniglia con pezzi di cioccolato e caramello. Alla tv trasmettono il concerto in occasione della festa nazionale in diretta da Stoccolma, a Skansen, dove fanno una volta al mese un concerto in onore ai reali di Svezia. Al termine del concerto Kikki e Inger tornano al loro chalet, ci salutiamo con un vigoroso abbraccio e le prometto che farò un tiramisù e lo gusteremo insieme a Stoccolma martedì. Do la buonanotte ai genitori e torniamo nel nostro chalet.c

Programma della serata: Filmparty con Pop corn, vino e birra!

Orgoglioso e impaziente scarto il mio acquisto: il cofanetto delle Charly’s Angels. Fredrick non ha mai visto i due film. Io l’avrò visto una ventina di volte, adoro Cameron Diaz!

Programmo il film mentre Fredrick prepara i pop corn e alimenta il fuoco.

Un  film divertente, pop corn caldi, il caminetto alle spalle, la mia sedia da vecchia, un bicchiere di vino..e il sole di mezzanotte come sfondo. Posso chiedere di meglio? Un film party decisamente riuscito!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...