Missione: preparazione Cena all’Italiana!

Io adoro la COOP, è un supermercato dove puoi veramente trovare di tutto. Ricordo a Roma, quando volevo fare il cheesecake mi sono dovuto girare ben quattro supermercati per trovare la panna acida, mentre qui c’è veramente tutto quello che mi serve. Ci sono perfino i savoiardi,  sia sardi che quelli normali. Se lo sapevo evitavo di portarmeli da Roma.Prima di arrivare al reparto di frutta e verdura ci sono tre reparti: uno è quello asiatico, l’altro messicano e l’altro italiano. Per non parlare nei frigoriferi dove si trovano formaggi italiani, francesi, olandesi, e insaccati italiani e spagnoli. Quando avevo promesso di fare una cena all’italiana avevo il timore di non trovare gli ingredienti, soprattutto il mascarpone, il MUST per il tiramisù, ma non appena l’ho visto accanto alla ricotta mi sono rassicurato.

Per gli ingredienti del sugo c’è un po’ di incomprensione poiché sono scritti in svedese. Inoltre Fredrick mi consigliava di usare il concentrato di pomodoro e diluirlo, sarò bigotto, ma il sugo si deve fare con la passata di pomodoro. Quando avevo perso le speranze e avevo scelto della polpa di pomodoro, ecco che di fronte a me c’è un muro di passata di pomodoro, che tra l’altro è anche scritto in italiano.

Vado così di fretta che i miei occhi sembrano quelli di un robot, cerco di vedere tremila prodotti al secondo, prossima missione:ricerca basilico e prezzemolo fresco!

Missione compiuta! Tra l’altro prendo una di quei vasetti deliziosi. Sicuramente Fredrick potrò metterlo sul balcone insieme al prato inglese finto!

Arriviamo a casa e mentre tiriamo fuori la spesa dalle buste metto subito a bollire l’acqua per le patate per gli gnocchi. Questo perché purtroppo Fredrick aveva a casa solo due pentole e così intanto che si lessano le patate, io ne approfitto per preparare il ragù.

Fredrick mi da una mano, così mentre taglio a cubetti le carote, gli lascio tagliare le cipolle, una bastardata, lo  so! Questo sarà il sugo per i Supplì. Non appena le patate sono bollite sull’altra pentola faccio l’altro sugo per gli occhi e gli chiedo nuovamente di tagliare anche questa volta le cipolle, doppiamente bastardo! Per mettere il dito nella piaga, visto che sono pignolo, vedo che non le sta tagliando bene e gli chiedo di tagliarle più fine. Appena finito piangeva come se avesse visto la scena del Titanic quando jack si stacca dalla zattera di Rose. Aveva due vulcani al posto degli occhi, poverino!

Appena finito con il risotto lo lascio raffreddare,  lascio a fuoco lento il sugo per gli gnocchi e mi dedico alla pasta per gli gnocchi, e mentre anche la pasta per gli gnocchi si sta riposando, invece di riposarmi un po’ anche io continuo spedito il menù. Next step:Tiramisù.

Io e Fredrick siamo una buona squadra. Mentre incorporo uova, zucchero e mascarpone, lui si occupa di preparare il caffè per bagnare i savoiardi e di montare a neve gli albumi ( la bastardaggine non mi abbandona. )

In meno di mezz’ora il mio capolavoro è già in frigo, il sugo è pronto. Ho preparato già i supplì per poi friggerli al momento e ho preparato anche gli gnocchi. La preparazione della cena è ormai al completo. Ora manca la cottura che si fa benissimo al momento:

MISSIONE COMPIUTA!

Fabio Chiarini