Storia e evoluzione del Metropolitan Museum of art

metSid mi ha dato una dritta: non tutti sanno che invece di pagare il biglietto intero, puoi fare una donazione, che costa sicuramente di meno, poiché è un’offerta libera e devolvi quella minima parte alla manutenzione del museo. Così  dono 1 dollaro e la cassiera mi mette una spilla verde con lo stemma M del museo sul petto, come se fossi un soldato e mi stia dando una medaglia al valore.

Le origini del Metropolitan Museum of Art risalgono al 1866 a Parigi, in Francia, quando un gruppo di americani decisero di portare l’arte e l’educazione artistica al popolo americano. L’apertura al pubblico iniziale fu nel Palazzo Dodworth sulla Fifth Avenue. Il 20 novembre dello stesso anno, il Museo ha acquisito il suo primo oggetto, un sarcofago romano e già dopo pochi anni,centinaio di dipinti europei, tra cui opere di Anthony van Dyck, Nicolas Poussin, e Giovanni Battista Tiepolo, erano nella collezione.

Il 30 marzo 1880, dopo un breve passaggio alla Mansion Douglas a 128 West 14th Street, il museo ebbe laMetropolitam_Museum_of_Art_by_Simon_Fieldhouse propria sede attuale sulla Fifth Avenue e la 82nd Street. Gli architetti Calvert Vaux e Jacob Mould Wrey progettarono  la struttura iniziale Ruskinian gotico, la facciata ovest, di cui è ancora visibile nella Lehman Robert Wing. Le collezioni del Museo continuarono a crescere per tutto il resto del XIX secolo. Tra il 1874 e il 1876, la Cesnola Collection of Cypriot art, acquistò delle opere che vanno dall’età del bronzo fino alla fine del periodo romano, grazie a questo contributo si creò la reputazione del Met come una importante fonte di antichità classiche. Quando il pittore americano John Kensett morì nel 1872, 38 alcune delle sue opere furono devolute al Museo, e nel 1889, il Museo ha acquisito due opere di Édouard Manet.

metropolitan_museum_art_v3_460x285[1]Nel XX secolo, il Museo diventò uno dei centri d’arte più grandi del mondo. Nel 1907, il Museo acquistò un’opera di Auguste Renoir, e nel 1910, il Met è stata la prima istituzione pubblica in tutto il mondo ad acquisire un’opera d’arte di Henri Matisse. La statuetta antica ippopotamo egiziano che ora è la mascotte ufficiale del Museo, “William”, nella collezione nel 1917 e racchiude la più grande collezione di arte egizia al di fuori del Cairo con 26.000 oggetti antichi egizi. Nel 1979, il Museo possedeva cinque dei 35 dipinti conosciuti di Johannes Vermeer, e ora il Met 20-500 dipinti europei costituiscono una delle più grandi collezioni del genere al mondo. L’ala americana oggi ospita la più vasta collezione al mondo di dipinti americani, scultura e arti decorative.

Altre importanti collezioni appartenenti al Museo comprendono armi e armature, le arti d’Africa, Oceania e nelle Americhe, antica arte del Vicino Oriente, l’arte asiatica, costumi, disegni e stampe, scultura e arti decorative europea, greca e arte romana, arte islamica , arte medievale, arte moderna e contemporanea, strumenti musicali, fotografie, e la Collezione Robert Lehman.

Oggi, l’edificio si è esteso a due milioni di metri quadrati e conta più di due milioni di oggetti, decine di migliaia di cui sono in mostra in un dato momento.

Dal 1 ° novembre 2011, nuove gallerie del Museo per l’Arte delle Terre Arabe, Turchia, Iran, Asia centrale, e più tardi Asia meridionale aperto al pubblico. Sul lato nord del Museo, del Met Nuove Gallerie Ala americane per Dipinti, Scultura, Arti Decorative e riaperto il 16 gennaio 2012, segnalando il completamento della terza ed ultima fase di aggiornamento L’ala americana.

Il museo ospita anche delle collezioni enciclopediche di strumenti musicali, abiti e accessori d’epoca e armi ed armature antiche provenienti da tutto il mondo.

Fabio Chiarini

9 Comments Add yours

  1. max scrive:

    this is something i have never ever read.very detailed analysis.

  2. lisa scrive:

    Grazie all’autore del post, hai detto delle cose davvero giuste. Spero di vedere presto altri post del genere, intanto mi salvo il blog tra i preferiti.

  3. web site design scrive:

    Questo e’ il blog giusto per tutti coloro che vogliono capire qualcosa su questo argomento. Trovo quasi difficile discutere con te (cosa che per in realta’ vorrei… haha). Avete sicuramente dato nuova vita a un tema di cui si e’ parlato per anni. Grandi cose, semplicemente fantastico!

  4. posizionamento scrive:

    Avete davvero un blog ben fatto! Sareste disponibili per uno scambio di post? intendo guest blogging… ho un blog che tratta di argomenti simili, vi ho inviato una mail per scambiarci i dati. Grazie ancora!

    1. Fabio Chiarini scrive:

      certo puoi inviarmi una mail al fabio.chrn@gmail.com grazie a te!

  5. veronica scrive:

    Pensavo di mettere il vostro logo sul nostro sito con il vostro link per dar modo ai nostri visitatori di conoscere il vostro blog. Cosa ne pensi?

    1. Fabio Chiarini scrive:

      certo fammi sapere qual’è il tuo sito! mi farebbe molto piacere

  6. alessandra scrive:

    Beh, che dire, ho appena lasciato un commento sul mio Blog con link a questo post… anche per ringranziare pubblicamente i visitatori del blog… grazie ragazzi!

    1. Fabio Chiarini scrive:

      grazie a te…..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...