Camerieri sudamericani nei ristoranti italiani di New York

DSC02203 Stranamente non sono nemmeno eccessivamente affannato, probabilmente

perché il percorso era tutto in piano, abituato alle salite e discese di Central Park! Anche Scott lo nota, così mi da una pacca sulla spalla:”Good Job Man!” E’ proprio newyorkese! Tuttavia mi piace il loro accento, il loro modo d fare, lo trovo molto ”easy”. Torniamo verso Spring street, dove Scott mi propone una pizzeria molto carina. E’ fissato con il ristorante italiano! Stavolta lo assecondo, cercando di non fare troppo il bigotto e non avere pregiudizi sulla pizza!

DSC02208

Il ristorante si chiama Giorgione e in effetti il ristorante è molto carino, con dei giochi d’acqua nelle pareti, il forno a legna in bellavista dove il pizzaiolo sta infornandone un paio, un acquario con aragoste al centro e dei candelabri come centrotavola. Sinceramente non mi aspettavo che una pizzeria fosse così chic, mi sento un po’ a disagio, sono sudato indosso un paio di pantaloncini e una canottiera,uno zingaro in confronto al resto della clientela elegante e profumata. Ordiniamo due pizze e mi viene l’idea di scegliere due pizze diverse come facevo a Roma affinché da poter scambiarci la metà e assaggiare entrambi. A Scott  l’idea gli piace, confessandomi che ogni idea che gli propongo sempre fantastiche, guardandomi ammirato!

DSC02226 Fa piacere essere considerato divertente,simpatico, “smart”, piuttosto che il solito belloccio, ma insignificante. In questi ultimi giorni ho notato che nel mio profilo su Couch Surfing Alain mi ha lasciato una referenza scrivendomi che sono un ragazzo educato, acculturato e interessante. A volte mi sembro come Reese Witherspoon “nella rivincita delle bionde”, anche se non sono biondo! Quando il cameriere porta le pizze, Scott mi presenta come se fosse un amico, dicendogli che sono italiano e se vuole può parlare italiano, ma il cameriere gli confessa che è colombiano e che fatta eccezione dell’hostess all’entrata che è americana il resto dello staff è sudamericano. Scott rimane un po’ deluso, mentre io non mi stupisco, facendogli ricordare che la prima volta che ci siamo conosciuti e mi ha portato in un DSC02213ristorante italiano, i camerieri erano messicani! Le pizze che abbiamo scelto sono: Pizza con pomodorini freschi e mozzarella e la Boscaiola, ovvero funghi porcini e salsiccia. Devo ammettere che non era male, la mozzarella c’era e quello era l’essenziale, era un po’ porosa, ma quello dipende dalla farina. Tuttavia mi è piaciuta, o forse sarà che a dire il vero ne avevo proprio voglia, ormai è un mese che non mangio la pizza, un record! Il cameriere ci chiede se vogliamo un dessert, ma stranamente sono sazio e decidiamo di prenderci un caffè espresso per poi dirigerci verso la metro.

Fabio Chiarini

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...